Risposta del Prof. Michel Martone alle illazioni contenute nell’interrogazione parlamentare n. 5703916 presentata dall’on. Oriano Giovannelli e altri

A seguito dell’interrogazione del Senatore Pietro Ichino, l’on. Oriano Giovanelli ha presentato una menzognera interrogazione parlamentare al Ministro Brunetta, nella quale chiede le mie dimissioni , in quanto non sarei meritevole di svolgere il ruolo di consigliere giuridico del Ministro della Funzione Pubblica, e quelle di mio padre dalla carica di Presidente della Civit, in quanto indagato in relazione ai fatti della P3.

A parte il fatto che l’on. Giovannelli neanche sa che le dimissioni di mio padre non sono nella  disponibilità del Ministro della Funzione Pubblica, in quanto è stato eletto dal Parlamento anche con il voto del PD, le altre illazioni meritano una risposta. E poichè nel frattempo l’On. Giovannelli ha pubblicato la sua interrogazione sulla sua homepage, pubblico quella che gli ho già inviato via mail.

Con la speranza che voglia ritirare questa offensiva interrogazione.

Signor Onorevole,

ho appena appreso la triste notizia che ha sottoscritto un’interrogazione parlamentare al Ministro Brunetta chiedendo le dimissioni di mio padre, perché indagato in relazione alla c.d. loggia P3 e all’affare dell’eolico, e la revoca del mio incarico perché non sarei meritevole.

Orbene, in attesa che le Camere riaprano e che dunque il Ministro possa rispondere all’interrogazione, mi limito a sottolineare, per quanto riguarda mio padre, che diversamente da quanto da voi sostenuto, egli non è mai stato indagato in vita sua,  né per questa né per altre vicende, ma è stato soltanto sentito come persona a conoscenza dei fatti, esattamente 4 mesi fa.

Per quello che riguarda invece me direttamente, oltre al dispiacere di sapere che diciotto parlamentari di un partito, che peraltro ho votato in altri tempi, si siano presi cura di infangare il mio nome senza neanche avere l’accortezza di andare a consultare il mio curriculum, agevolmente reperibile su internet, da Wikipedia ai siti-web delle diverse università italiane nelle quali insegno e ho insegnato, sono costretto, per comodità, ad inviarLe il mio curriculum, ed a sottolinearle, in maniera forse poco elegante ma resa necessaria dalla vostra interrogazione, che uno dei miei libri è stato selezionato dall’Istituto Luigi Sturzo tra i dodici “Libri dell’anno nella scienza giuridica“.

Le preciso inoltre che ho assunto l’incarico di consigliere giuridico del Ministro Brunetta sin dal giugno 2009, ovvero ben sei mesi prima che le competenti commissioni parlamentari, con voto dei due terzi, si esprimessero in favore della nomina di mio padre.

Comprenderà dunque le ragioni che mi inducono a scrivere questa mia e a preannunciarLe che, nonostante l’immunità parlamentare, sarà mia cura fare tutto ciò che è possibile per far valere legittimamente in ogni sede il mio buon nome e la mia reputazione che considero gravemente lesi dall’interrogazione che ha voluto promuovere.

Distinti Saluti

Michel Martone