Elezioni U.S. – Miracoli dal Nuovo Mondo

sarah-palin.jpgFino all’altro giorno amministrava l’Alaska, ovvero qualche migliaio di cittadini, ed era sconosciuta ai più. Ora, in meno di una settimana, Sarah Palin, che è anche una donna o meglio una “hockey mum”, ha sconvolto la campagna elettorale americana, ribaltato i sondaggi e ora sembra diventata l’incubo del mitologico “Obama”.

Affascina le “wall mart woman” – potentissima categoria dell’elettorato americano – perchè incarna la quintessenza del conservatorismo a stelle e strisce e rappresenta effettivamente quella novità che reclamavano a gran voce gli elettori di ogni fazione. Ora è ben vero che si tratta, con le sue parole, di un “pitbull in rossetto” o meglio di una “marlboro woman”, come la chiama Francesco Bonami, dalle grandi qualità, ma è altrettanto vero che è bastata una sola settimana per proiettarla ai vertici della politica americana. Segno evidente che questo è un paese nel quale la politica viene prima degli apparati e l’elettorato conta davvero, almeno in occasione delle elezioni presidenziali. Da noi non sarebbe bastata un’intera vita…