Cipro – Another brick “off” the Wall?

nicosia.jpgRingrazio Gaia Geraci per il bel contributo…

Fino a qualche mese fa Cipro era il crogiuolo d’Europa all’interno del quale fermentavano sentimenti di astio e sacrosanta rivalità. Atavici livori coloravano di grigio le giornate di un popolo diviso da una fettuccia di terra verde striata d’azzurro con qualche colata di cemento sparsa qua e là ed ingombrante come la storia che divide questa nazione.

Due schieramenti: i greci da un lato ed i turchi dall’altro. Persi in un limbo di rancori ed incomprensioni.

Ad aprile di quest’anno è stato aperto un varco nel fronte che spaccava a metà Ledra Street proprio al centro di Nicosia. E l’ultimo, vero, muro del vecchio continente crolla sotto gli incessanti colpi del tanto sperato progresso.

Ma basterà il formale, seppur concreto, abbattimento di una frontiera in calce e mattoni a cicatrizzare l’ancora mai sanato divario fra la cultura greca e quella turca?

E l’egemonia della discordia, quando sfumerà per lasciare spazio al dialogo fra i due popoli?

Cipro riuscirà mai a ritrovare la sua identità travalicando i limiti dell’incomunicabilità?

 

Gaia Geraci